INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> > Non disdire una prenotazione ci costa caro

Non disdire una prenotazione ci costa caro

Pubblicato il mercoledì 26 Aprile 2017

Lo Stato e la Regione intervengono con provvedimenti legislativi rivolti agli assistiti che non disdicono entro 48 ore la prenotazione di una prestazione sanitaria. Gli “smemorati” non pagheranno più solo il ticket, ma anche il prezzo intero della prestazione non eseguita. Lo ha stabilito la legge finanziaria per espressa volontà del ministro Beatrice Lorenzin, e la norma è stata recepita dalla Regione Veneto con la legge n. 30 del 30 dicembre 2016, collegata alla legge di stabilità 2017 e diramata a tutte le Aziende Sanitarie del Veneto. Testualmente si legge: L'assistito che non si presenta nel giorno previsto per l'erogazione della prestazione, senza aver dato idonea disdetta, fatti salvi i casi di forza maggiore, è tenuto al pagamento della prestazione all'erogatore pubblico o privato accreditato, secondo la tariffa prevista dal vigente nomenclatore tariffario, anche se esente dalla partecipazione alla spesa sanitaria".
 

Condividi questa pagina: