INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> > Nuovo ambulatorio dei tumori cutanei al Magalini

Nuovo ambulatorio dei tumori cutanei al Magalini

Pubblicato il giovedì 27 Giugno 2019 Apertura da venerdì 5 luglio del nuovo ambulatorio dei tumori cutanei presso i poliambulatori dell'ospedale Magalini. I tumori della pelle negli ultimi anni sono raddoppiati con oltre 7000 nuovi casi all'anno.Tra i tumori cutanei, il melanoma è il più aggressivo. In italia è causa di 1500 decessi all'anno. In Veneto rappresenta il primo tumore per incidenza prima dei 50 anni nell'uomo e il secondo nella donna. Da qui l'esigenza di avere, presso l'Ospedale Magalini di Villafranca, un ambulatorio dedicato ove possano confluire tutte le richieste provenienti da dermatologi, chirurghi e medici di medicina generale, con un percorso standardizzato secondo le linee guida nazionali sulla stadiazione, strategia chirurgica, terapia oncologica e follow-up.

L'iniziativa è nata in seno alla U.O. di Chirurgia Generale, e verrà gestita dal chirurgo plastico e dal chirurgo generale. Il paziente, con richiesta redatta dallo specialista o dal medico di medicinaa generale, viene accolto nell'ambulatorio con valutazione dell'indicazione e dell'eligibilità chirurgica. Si procede quindi all'intervento chirurgico di asportazione della lesione (in regime ambulatoriale o day surgery). Il paziente viene quindi dimesso con controlli ambulatoriali post-operatori in attesa di esame istologico. Alla luce di questo si procederà a eventuale allargamento chirurgico, ricerca del linfonodo sentinella ed eventuale linfoadenectomia se richiesto. Se non c’è un’ulteriore indicazione chirurgica, con esame istologico positivo per neoplasia, il paziente verrà inviato a consulenza oncologica. Il follow-up verrà gestito dall'ambulatorio chirurgico.
Condividi questa pagina: