INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> > Fondazione Cariverona, 4 milioni per "Azioni di Comunità"

Fondazione Cariverona, 4 milioni per "Azioni di Comunità"

Pubblicato il mercoledì 03 Febbraio 2021 Con il progetto Azioni di Comunità, la Fondazione Cariverona ha voluto selezionare e valorizzare esperienze di welfare di comunità emerse nell’emergenza come risposta alle esigenze dei territori e dei cittadini e sostenere percorsi di rinnovamento in ambito sociale. 
Agli enti del territorio è stato infatti richiesto di focalizzare la propria analisi sui meccanismi del cambiamento e sugli elementi che potessero permetterne la valutazione per coglierne il relativo successo. 
A conclusione dell’iter di valutazione il Consiglio di Amministrazione di Fondazione Cariverona ha ora deliberato il sostegno a 12 iniziative di rete utilizzando l’intero budget a disposizione, pari a 4 milioni di euro, per pratiche dalla forte connotazione collaborativa tra soggetti pubblici e privati nei seguenti ambiti: 

a) supporto al disagio e alle fragilità;
b) sostegno alle famiglie anche nella conciliazione dei tempi vita-lavoro;
c) empowerment delle comunità locali di riferimento;
d) rafforzamento delle connessioni tra servizi centrali e territoriali e tra i diversi servizi socio-sanitari.

Le sperimentazioni selezionate avranno uno sviluppo biennale e sono chiamate a realizzare in un arco temporale di 3 mesi il piano definitivo attraverso un percorso dedicato di progettazione che potrà contare anche sul supporto di facilitatori esterni. Importante novità del bando è rappresentato dal Piano di monitoraggio e valutazione che costituirà elemento di riferimento per la verifica intermedia funzionale alla conferma del contributo sul secondo anno di sperimentazione.
Saranno avviati 3 progetti in provincia di Verona così come in quella di Vicenza, 2 le progettualità in ognuna delle province di Belluno, Ancona e Mantova. Nel complesso, i progetti sostenuti vedono il coinvolgimento attivo icome partner operativo di 53 realtà territoriali operative nel sociale. 

I progetti selezionati nel territorio veronese sono i seguenti:

Azienda Ulss 9 Scaligera Verona 
Progetto: MEET GENERATION - Percorsi di connessione per la capability di adolescenti, giovani, famiglie e comunità 
Contributo deliberato: 370.000 euro
Partner n.6, tutti operativi - Cooperativa sociale Areté, Associazione Sesta Opera, Congregazione Poveri Servi Divina Provvidenza Casa Buoni Fanciulli - Istituto Don Calabria, Cooperativa sociale L'Albero, Medici per la Pace Onlus, UST CISL Verona. 
Descrizione: il progetto propone iniziative a supporto del disagio e delle fragilità, con un’attenzione particolare a circa 100 giovani svantaggiati e 100 famiglie dell’intero contesto territoriale dell’Azienda Ulss 9 Scaligera, attraverso azioni in risposta alla povertà educativa, di recupero delle relazioni sociali e di empowerment del nucleo famigliare. 

Cocai APS Verona 
Progetto: La fabbrica del quartiere
Contributo deliberato: 350.000 euro
Partner n.7 tutti operativi: Associazione AGILE, Associazione Culturale le Falie, Associazione Verona FabLab, Comune di Verona, Cooperativa sociale Energie Sociali, COSP Verona, Cooperativa sociale Reverse 
Descrizione: obiettivo di progetto è lo sviluppo di nuove imprese sociali innovative per una rigenerazione urbana che sperimenti la sussidiarietà orizzontale. Punti di riferimento sono il quartiere ed il coinvolgimento di giovani (18 – 35 anni) attivi in percorsi di condivisione dei saperi con gli abitanti per un’efficace contaminazione delle diverse esperienze. La Fabbrica di Quartiere sarà uno spazio aperto a tutti, luogo della collettività, dove avviare esperienze di partecipazione, coinvolgimento e auto-organizzazione.

Comune di Villafranca di Verona (VR)
Progetto: Km 0 – Chilometro Zero. Design thinking locale e sharing economy per ridurre le distanze 
Contributo deliberato: 320.000 euro
Partner n.26 di cui operativi: 2 - Cooperativa sociale Hermete San Pietro in Cariano (VR), Cooperativa sociale Tangram di Valeggio sul Mincio (VR)
Descrizione: Il progetto ha come obiettivo il ripensare, con un approccio partecipativo, gli spazi di comunità per trasformarli in luoghi generativi. Coinvolge scuole, centri sociali, parrocchie, associazioni, gruppi informali, enti del terzo settore. Identifica nei giovani (15-25 anni) il target di riferimento e ne sollecita la partecipazione, in uno spazio fluido tra analogico e digitale in un ruolo propositivo e al servizio del territorio.

«Gli effetti della pandemia da COVID-19 hanno un forte impatto sulla vita delle nostre comunità, compromettendo le condizioni di persone già in situazione di fragilità. Questa esperienza ha contribuito a far emergere una serie di bisogni ed esigenze di innovazione, mostrando l’importanza di reinterpretare l’operato di istituzioni e di enti del privato sociale, stimolando, nell’emergenza, l’adozione di soluzioni sperimentali e creative, l’uso intelligente delle tecnologie digitali,  la necessità di migliorare la capacità di collaborare tra istituzioni, soggetti del terzo settore, sistema del volontariato.– commenta Alessandro Mazzucco, Presidente di Fondazione Cariverona – Inoltre con questo significativo intervento operiamo nella Programmazione 2020-2022 nell’ambito dell’obiettivo strategico dedicato all’Innovazione Sociale, Benessere, Qualità della Vita per la creazione di comunità inclusive e coese.”.

“Abbiamo molto investito sulla costruzione di questa call – ha poi evidenziato Giacomo Marino, Direttore Generale di Fondazione Cariverona – richiamando l’attenzione dei partecipanti a focalizzarsi su due aspetti fondamentali: chi sono gli individui, le organizzazioni, le istituzioni, le comunità a cui l’ente vuole essere utile, impattando positivamente e come misuriamo l’impatto sociale, il valore, rispetto a beneficiari, stakeholder, finanziatori, lavoratori. Aspetti su cui siamo chiamati, tutti, responsabilmente a misurarci.”.
Tutti i progetti sostenuti da Fondazione Cariverona sono consultabili alla pagina dedicata agli esiti sul nostro sito. 
 
Condividi questa pagina: