INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> > Vaccini e scuola. Il termine ultimo slitta al 30 aprile.

Vaccini e scuola. Il termine ultimo slitta al 30 aprile.

Pubblicato il mercoledì 07 Marzo 2018
Premesso che in Regione Veneto è istituita l’anagrafe vaccinale regionale, nelle modalità operative previste dal Ministero della Salute e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e delle Ricerca, visto il parere favorevole del Garante per la protezione dei dati personali, è stata considerata applicabile, già per l’anno scolastico 2017/2018, la procedura semplificata di comunicazione dei dati tra istituti scolastici e aziende sanitarie. Pertanto non è più necessario che i genitori/tutori/affidatari presentino, all’atto dell’iscrizione (entro il 10 marzo per i già iscritti), la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni, ovvero l’avvenuta prenotazione delle vaccinazioni non ancora effettuate, in quanto le scuole e l’azienda socio sanitaria si scambieranno le informazioni base necessarie.
Infatti i dirigenti scolastici provvederanno ad inviare alle aziende socio sanitarie gli elenchi degli iscritti e le aziende socio sanitarie restituiranno detti elenchi indicando coloro che sono “non in regola”.
Successivamente, entro il 20 marzo, i dirigenti scolastici inviteranno per iscritto i genitori/tutori/affidatari dei soli minori indicati come “non in regola” a depositare, entro 10 giorni dalla ricezione della predetta comunicazione, la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni ovvero l’esonero, l’omissione o il differimento all’azienda socio sanitaria.
Infine, entro il 30 aprile, i dirigenti scolastici trasmetteranno la documentazione fornita dai genitori/tutori/affidatari ovvero comunicheranno l’eventuale mancato deposito, alla azienda socio sanitaria che provvederà agli adempimenti di competenza.



 
Condividi questa pagina: