INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> > Aiutare i malati di Alzheimer

Aiutare i malati di Alzheimer

Pubblicato il mercoledì 18 Aprile 2018 Presso la biblioteca del Comune di Villafranca si svolgono due serate dedicate alle demenze cognitive e al sostegno ai pazienti malati di Alzheimer. Nasce così il progetto per formare tutti ad affrontare le stranezze di chi soffre della malattia. Il Comune  di Villafranca ha deciso di supportare un'iniziativa che forma i cittadini, in particolar modo i negozianti e i vigili urbani, attraverso due incontri. L'iniziativa è coordinata dalla fondazione Historie ideatrice del progetto Mind stolen-Memoria rubata in collaborazione con il centro per i disturbi cognitivi e le demenze dell'Ulss 9 Distretto ovest veronese di Bussolengo, coordinato dalla dr.ssa Ebba Buffone e dalle sue collaboratrici. Si tratta di due incontri dal tema «Comunità amica. Sapere per aiutare». Il primo  si svolge giovedì 19 aprile in biblioteca, dalle 18 alle 20, e affronta il tema dell'anziano come persona fragile nella comunità di oggi. Si traccerà anche un inquadramento diagnostico delle demenza di Alzheimer. La seconda tappa, sempre in biblioteca, è il 10 maggio, dalle 18 alle 20. Si parlerà di «Demenze cognitive: pillole e suggerimenti per la gestione del quotidiano».  Le serate sono rivolte a tutti i cittadini, in particolare ai commercianti e alla polizia municipale che più spesso devono affrontare queste situazioni.
 
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito