INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA

Servizio per l’età evolutiva

 

Responsabile: Dott. Emanuele Zullini

 
É la struttura interdisciplinare deputata all'attuazione di percorsi di diagnosi, cura e riabilitazione delle patologie dello sviluppo: neurologiche, psichiatriche, cognitive, relazionali e neuropsicologiche dell'infanzia e dell'adolescenza così come previste nella DGR n.1533 del 27 settembre 2011.
Garantisce l'attività di prevenzione, diagnosi e cura delle problematiche relative per i minori in età evolutiva (0-17 anni) con bisogni d'aiuto in diversi ambiti dello sviluppo e alle loro famiglie, in particolare per problematiche legate al linguaggio, al movimento e motricità, all'apprendimento scolastico.

Il Servizio Distrettuale di Età Evolutiva dispone stabilmente di figure professionali con competenze neuropsichiatriche, psicologiche, riabilitative in conformità ala DGR 1533/2011.

Attività qualificanti del Servizio Distrettuale di Età Evolutiva sono quelle previste dalla DGR n.1533/2011 tra cui:
  • l'assistenza e cura psicologica;
  • la prevenzione nelle scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado;
  • il sostegno al minore con disabilità e alla sua famiglia in collaborazione con la U.O.S. Disabilità e l’U.O.S. NPI
  • il raccordo con i servizi pubblici e privati per la definizione di programmi di intervento socio-sanitari ed assistenziali integrati.
  • Il Servizio Età Evolutiva si occupa di prevenzione, diagnosi, riabilitazione e della presa in carico delle problematiche e patologie neuropsicologiche, psicologiche del bambino e dell’adolescente in età 0-18 anni. Si prende cura inoltre ed in particolare di tutte le problematiche inerenti alla disabilità in età evolutiva che limitano lo svolgimento di funzioni fisiche, psico-sociali e di integrazione scolastica e sociale tramite progetti individualizzati all’interno del territorio e del contesto di vita del minore con disabilità.
  • Il servizio si occupa di Disturbi Specifici dell’Apprendimento secondo la normativa vigente (legge 170/2010) e attraverso il percorso che va dalla segnalazione alla certificazione e dalla diagnosi alla presa in carico, in accordo con il servizio di neuropsichiatria infantile. Particolare importanza viene data alla prevenzione e alla diagnosi precoce con attività di ricerca continua sul campo.
  • Gli operatori lavorano in equipe con interdisciplinarietà, mantenendo le specifiche professionalità, in collaborazione con le altre Unità Operative all’interno dello IAF e del distretto socio-sanitario e in sinergia con le istituzioni pubbliche e private presenti nel territorio
All’interno del Servizio Distrettuale per l’età evolutiva operano i servizi di
  • psicologia dell’età evolutiva
Psicologa referente: dott.ssa Maria Scarmagnani

Punto sanità Legnago (fax: 0442 637555)
Dott.ssa Maria Scarmagnani (tel: 0442 637538)
Psicologo (tel 0442 622841)

Punto sanità Cerea (fax: 0442 329292)
Dott.ssa Patrizia Baldo (tel 0442 30155)
Psicologo (tel 0442 30155)

Punto Sanità Bovolone (fax: 045 6999688)
Psicologo (tel: 045 6999665)

Servizio centralizzato per DSA (fax: 0442637555)
Psicologo (tel: 0442 637545)
Le prime visite medico-specialistiche o di prima valutazione psicologica si possono prenotare :
• al C.U.P. (Centro Unico Prenotazioni), con impegnativa del PLS O MMG tel 848868686 dal lunedì al venerdì ore 8.30 - 15.30
• Agli sportelli delle Casse degli Ospedali e dei distretti abilitati del ex ULSS 21 con impegnativa del PLS O MMG e tessera sanitaria.
Il primo incontro serve per capire la natura del problema e concordare i passi successivi, spesso però non è sufficiente una sola visita per completare la valutazione e sono necessari più incontri per completare il percorso diagnostico.
Ultimo aggiornamento: 13/08/2019