> Comitato Etico Pratica Clinica

Comitato Etico Pratica Clinica

Presidente: Dott. Giovanni Bonadonna
Contatti: Segreteria presso la Dirigenza Medica dell’Ospedale “Girolamo Fracastoro” di San Bonifacio (VR) Via Circonvallazione, 1, 37047 San Bonifacio (Verona)
Tel. 045 6138222 dal Lunedì al Venerdì ore 9 -13
Mail: dirigenza.medica@ulss9.veneto.it
 
Il Comitato Etico per la Pratica Clinica (CEPC) è un organismo indipendente, composto da personale sanitario e non sanitario, sia interno che esterno all’Azienda ULSS 9 Scaligera secondo criteri di multidisciplinarietà.
Il suo compito è di offrire uno spazio per condividere riflessioni etiche connesse alle attività cliniche ed assistenziali in ambito sanitario, facilitando decisioni cliniche orientate al rispetto di principi etici e del bene della persona.

Un po’ di storia …
Il Comitato Etico per la Pratica Clinica (CEPC) è previsto in ciascuna Azienda Sanitario in base alla Delibera della Giunta Regionale del Veneto (DGRV) n. 4049 del 22 dicembre 2004, successivamente modificato con DGRV n. 983 del 17 giugno 2014.
A Verona il CEPC è stato istituito nell’ex-Azienda ULSS 20 con delibera del Direttore Generale (DDG) n. 572 del 15 novembre 2007 ed è stato periodicamente rinnovato alla sua scadenza.
Con DDG n. 499 del 11 agosto 2016 è stato istituito il CEPC Interaziendale per l’Azienda ULSS 20 e ULSS 22.
Successivamente, con l’incorporazione delle Aziende ULSS 21 e 22 nell’Azienda ULSS 20, che ha cambiato la propria denominazione in Azienda ULSS 9 Scaligera, con DDG n. 554 del 15 giugno 2017 è stato istituito un unico CEPC dell’Azienda ULSS 9 Scaligera.
Il Comitato Etico per la Pratica Clinica (CEPC) si occupa di:
  • analisi etica di casi clinici al fine di:
    • garantire il rispetto del paziente
    • supportare gli operatori sanitari e l’istituzione sanitaria nella scelta del percorso eticamente più corretto
    • approfondire le problematiche etiche connesse a una storia clinica
  • sviluppare raccomandazioni e linee di indirizzo di carattere etico, sia autonomamente che su richiesta degli operatori sanitari e sociali, relativamente a problematiche cliniche ed assistenziali rispetto alle quali esista incertezza e non sia ancora stato maturato un orientamento etico condiviso.
  • formazione e sensibilizzazione su temi di bioetica rivolta ai componenti del Comitato, ai professionisti sanitari e agli operatori sociali che operano nell’Azienda Sanitaria nonché sensibilizzazione della popolazione su temi di bioetica.
PARERI
Il CEPC ha formulato pareri su diversi temi:
  • proporzionalità delle cure in persone in corso di Nutrizione Artificiale, in esiti di malattie neurologiche invalidanti e progressive, in malattie respiratorie con grave insufficienza d’organo, in patologia oncologica in stato avanzato, in malattia renale cronica, in anziani con decadimento cognitivo
  • comunicazione e informazione in situazioni di emergenza
  • rispetto della riservatezza nel corso di pratiche di igiene personale in degenti in setting assistenziali ospedalieri
  • contenzione fisica per la salvaguardia e la protezione di ospiti di RSA per disabili, SPDC del DSM e nei pazienti ricoverati in terapia intensiva
  • Legge 219/17 con particolare riferimento a Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT) e Pianificazione Condivisa delle Cure (PCC).
I pareri espressi dal CEPC hanno carattere consultivo e non vincolante costituendo un supporto al fine di chiarire le questioni etiche connesse a casi clinici, ad approfondire le problematiche legate alle decisioni sulle cure ed a prevenire possibili conflitti nella gestione dello stato di salute delle persone assistite.

DOCUMENTI PRODOTTI
Elaborazione di documentazione informativa sulle DAT e sulla PCC (LEGGE 219/2017: Norme in materia di Consenso Informato e Disposizioni Anticipate di Trattamento) unitamente con il Comitato di Bioetica e la Commissione Ospedale Territorio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (OMCeO) di Verona e con CEPC dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata (AOUI) di Verona:
  • Documento di informazione su DAT e PCC (rev. 15.2.2020 Allegato nella Sezione Documenti Prodotti)
  • Modello esemplificativo per come compilare le DAT (rev. 19.08.2020 Allegato nella Sezione Documenti Prodotti)
Tali documenti sono stati approvati dal Consiglio dell’OMCeO di Verona, pubblicati nel sito dell’OMCeO di Verona e inviati a tutto il personale sanitario dell’ULSS 9 Scaligera (Allegata Lettera di presentazione OMCeO e Lettera di trasmissione del Direttore Sanitario).

Questa documentazione può essere di supporto ai professionisti ed ai cittadini affinché, nel percorso di cura, l’informazione, la comunicazione e le decisioni di cura possano avvenire in maniera realmente partecipata e condivisa.

FORMAZIONE
Il CEPC attua un’intensa attività formativa, anche con ECM, rivolta sia ai componenti del Comitato stesso (autoformazione) che al personale dell’Azienda Sanitaria Scaligera 9.
I temi principali, ad oggi, hanno riguardato:
  • Contenzione: aspetti etici, giuridici, organizzativi
  • Medical Humanities per una nuova educazione alle cure
  • Funzioni e Metodo dei CEPC (autoformazione)
  • Gestione del dolore nella post-acutiae: criticità e prospettive
  • Problematiche etiche in Terapia Intensiva
  • Aspetti Etici della Nutrizione ed Idratazione Artificiale
  • Presentazione della Legge 219/2017: Norme in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento
  • Il fine vita: aspetti clinici-assistenziali ed etici
  • La comunicazione tra etica e gestione della conflittualità
  • Etica della Comunicazione: dalla presa in carico alla dimissione protetta
  • La relazione di cura nel percorso delle malattie neurodegenerative dementigene
  • Incontro tra cittadini e professionisti: consenso informato, DAT e PCC
  • Il valore della relazione nella organizzazione del lavoro
  • La solitudine nei malati ricoverati in ambiente ospedaliero e negli ospiti di residenze per anziani nel periodo Covid-19
  • Etica, Diritto, Medicina: fine vita, DAT e Cure Palliative (corso universitario di didattica trasversale del Dipartimento di Scienze Umane del Dipartimento di Scienze Giuridiche della Università di Verona)
Le modalità di consultazione possono essere richieste alla Segreteria del CEPC presso la Dirigenza Medica dell’Ospedale Girolamo Fracastoro di San Bonifacio (VR)
Tel. 045 6138222 ore 9-13 dal Lunedì al Venerdì
Mail: dirigenza.medica@ulss9.veneto.it

Un parere al CEPC può essere richiesto da:
  • persone assistite in strutture sanitarie dell'Azienda Ulss 9 Scaligera o da loro familiari o da altre persone di loro fiducia
  • operatori sanitari, sociali o amministrativi o equipe professionali operanti nell'Azienda Ulss 9 Scaligera o convenzionati con la stessa
  • cittadini, associazioni e istituzioni per la tutela della salute e dei diritti del malato, residenti nel territorio dell'Azienda Ulss 9 Scaligera.
Il parere espresso dal CEPC ha carattere consultivo e non è vincolante costituendo un supporto al fine di chiarire le questioni etiche connesse a casi clinici, ad approfondire le problematiche legate alle decisioni sulle cure ed a prevenire possibili conflitti nella gestione dello stato di salute delle persone assistite.
Fornisce ai cittadini ed ai professionisti sanitari informazioni e riflessioni bioetiche su quanto previsto dalla Legge 219/2017 in materia di Disposizioni Anticipate di Trattamento e Pianificazione Condivisa delle Cure supportando la persona che ne faccia richiesta con riflessioni e approfondimenti necessari per una espressione di volontà informata, consapevole ed autentica.

Contatti: Segreteria presso la Dirigenza Medica dell’Ospedale “Girolamo Fracastoro” di San Bonifacio (VR) Via Circonvallazione, 1, 37047 San Bonifacio (Verona)
Tel. 045 6138222 dal Lunedì al Venerdì ore 9 -13
Mail: dirigenza.medica@ulss9.veneto.it
 
Con DDG n. 852 del 22 ottobre 2020 è stata rinnovata la composizione del CEPC dell’Azienda ULSS 9 Scaligera così come di seguito riportato:
  • Ballarin Antonia
  • Biondaro Adelaide
  • Bolognesi Barbara
  • Bonadonna Giovanni
  • Cengia Maria Grazia
  • Dalle Pezze Paola
  • De Togni Laura
  • Giuliano Ketti
  • Inturri Paolo
  • Madera Pietro
  • Magarini Flavio
  • Mantovani Anna Maria
  • Montresor Paolo
  • Perina Giulia
  • Spada Elisa
  • Tobaldini Chiara
  • Trivellato Ezio
  • Zaglia Federico
  • Zanetti Nicola
  • Zenari Sonia
Il CEPC è convocato almeno 6 volte l’anno e straordinariamente ogni volta che il Presidente lo ritenga necessario o ne facciano richiesta 1/3 dei componenti.
L’attività è svolta sia in presenza che in modalità on-line.
 
 
Ultimo aggiornamento: 21/06/2022
 
Ricerca nel sito