I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info

Unità Operativa Complessa Medicina Generale

 

Direttore: Dott. Claudio Capra

Contatti

Sede

  • indirizzo: Via Circonvallazione1, 37047 S.Bonifacio (VR)
  • terzo piano, edificio principale, scala F
 
L'unità Operativa di Medicina Interna si occupa di prevenzione, diagnosi e terapia non chirurgica di tutte le malattie acute a carico degli organi ed apparati interni. Si occupa cioè di affezioni dell'apparato respiratorio, dell'apparato cardiovascolare, dell'apparato digerente, di malattie del sangue, dei reni, del metabolismo, del sistema endocrino ed immunitario con un approccio olistico e un processo diagnostico integrato che consente la risoluzione di casi "difficili" nella loro complessità. Rispetto ad altre discipline specialistiche della Medicina, si propone una valutazione rivolta alla globalità del paziente, senza tuttavia rinunciare all'apporto di altre diverse competenze, talvolta anche con richiesta di consulenze ad altre figure professionali presenti nell'Ospedale, ad esempio Neurologo, Cardiologo, Gastroenterologo, etc.
L'équipe dell'UO è formata da Infermieri con specifica formazione in reparti di medicina e da Medici esclusivamente specialisti. Ciascun medico all'interno della preparazione internistica, ha sviluppato particolari ambiti di approfondimento, divenendo spesso punto di riferimento specialistico per il Territorio e per l'Ospedale. La qualità dell'assistenza è garantita anche da un'équipe infermieristica che ha sviluppato ulteriori competenze nell'assistenza del paziente fragile e poli-patologico. L'ammalato, inteso come persona, con la complessità dei suoi stati d'animo e delle sue problematiche di salute, è al centro della nostra attenzione.
Direttore: dott. CLAUDIO CAPRA

Equipe medici:
dott.ssa VERONICA BOCCIOLETTI
dott.ssa CHIARA BONETTI
dott.ssa SARA LOMBARDI
dott.ssa SARA MORUZZI
dott.ssa ROBERTA PASQUALINI
dott.ssa SARA SIMEONI
dott. ANDREA TEDESCO
dott. GIULIO ZANIBONI

Equipe medici specialisti S.A.I.:
dott. MAURIZIO POLI
dott.ssa ELISABETTA MENGHINI
dott.ssa MATILDE DONATI
dott.ssa ELISABETTA SENESI
dott.ssa MARTINA TINELLI

Coordinatore Infermieristico:
dott.ssa. ANTONELLA GIULIARI

Segreteria:
ANNALISA TEBALDI
GIOVANNI ZANINI
Ambulatori specialistici
L'Unità Operativa si fa carico della gestione di molteplici attività specialistiche ambulatoriali rivolte anche ad aspetti particolari della Medicina Interna.
Le prenotazioni avvengono tramite CUP con richiesta motivata del Medico di Medicina Generale (tel. 045 464 6464).
(II piano, attesa 6 – percorso arancio)
  • Ambulatorio di Medicina Interna
  • Ambulatorio di Reumatologia
(II piano, attesa Piastra ecografia-hall)
  • Ambulatorio di Diagnostica Vascolare Ecocolordoppler
  • Ambulatorio di Endocrinologia
  • Ambulatorio dell'Ipertensione Arteriosa e del Rischio Vascolare
(II piano, attesa 10 – percorso viola)
  • Ambulatorio di Ematologia
  • Ambulatorio di Monitoraggio Pressione Arteriosa 24h
Attività Ambulatoriale
  • L'Ambulatorio di Medicina Interna rappresenta un punto di riferimento per la Medicina Territoriale. Ad esso afferiscono pazienti estremamente eterogenei. Accanto ad ammalati con patologia non ancora ben definita (come ad es. una febbre o uno stato astenico, espressione di situazioni cliniche assai disparate), ve ne sono altri con più malattie a carico di organi ed apparati diversi. La competenza internistica in questi casi è indispensabile e appropriata, consentendo di valutare il paziente nella sua globalità.
  • L'Ambulatorio dell'Ipertensione arteriosa e del Rischio Vascolare esegue, su richiesta del Medico di medicina generale, valutazioni di pazienti con ipertensione arteriosa di possibile natura secondaria o scarsamente responsiva alle usuali terapie, ponendo particolare attenzione alla stratificazione del danno d'organo indotto dalla malattia: parte integrante dell'ambulatorio è il servizio di Monitoraggio della Pressione arteriosa delle 24h. L’Ambulatorio si occupa inoltre di valutare l’appropriatezza, in relazione al profilo di rischio del soggetto, della indicazione a iniziare o proseguire terapie antiaggreganti, anti-coagulanti e ipocolesterolemizzanti prescrivibili con piano AIFA.
  • L'Ambulatorio di Reumatologia è rivolto ai pazienti con malattie reumatiche conseguente a disordini del sistema immunitario. Si tratta generalmente di malattie croniche, poco conosciute, passibili di gravi complicanze se non tempestivamente diagnosticate. La diagnosi, la terapia ed il monitoraggio di tali affezioni richiedono elevata competenza specialistica. Tale Ambulatorio mantiene un rapporto costante di collaborazione con la Rete Reumatologica Provinciale per la condivisione di protocolli diagnostici e terapeutici.
  • L'Ambulatorio di Diagnostica Vascolare è rivolto ai pazienti con problemi del circolo vascolare, arterioso e venoso, indagato mediante eco-color doppler. È di fondamentale importanza per la valutazione del rischio aterosclerotico indotto dal fumo, dall'ipertensione arteriosa, dal diabete e dall'iperlipemia, oltre che per la diagnostica delle malattie delle vene, in particolare della malattia tromboembolica venosa.
  • L'Ambulatorio di Endocrinologia si fa carico delle malattie che colpiscono le ghiandole a secrezione interna, cioè quelle ghiandole che immettono direttamente nel sangue i loro prodotti (ormoni). In collaborazione con il Servizio di Anatomia Patologica, con l'UO di Radiologia, con l'UO di Chirurgia è operativo un Centro di Patologia Tiroidea che prevede un percorso multidisciplinare integrato dalla valutazione clinica, alla diagnostica ecografia, all'esame citologico fino all'eventuale intervento.
  • L'Ambulatorio di Ematologia si occupa delle malattie a carico delle cellule del sangue e della coagulazione. Vengono cioè diagnosticate e curate le varie forme di anemia, le piastrinopenie e le leucopenie, le diverse malattie tumorali del sangue (leucemie acute e croniche, mieloma, linfomi, etc.) e le malattie emorragiche da coagulopatia. In situazioni particolari prevede l'esame microscopico del tessuto emopoietico prelevato mediante aspirato e/o biopsia osteomidollare. Si avvale di un proficuo rapporto di collaborazione con la Clinica Ematologia dell'Università di Verona e partecipa alla Rete Ematologica Veneta per la condivisione di protocolli di diagnosi e cura.
Centro Diabetologico
Aggregato alla UOC di Medicina Interna è attivo il Centro Diabetologico dell'ULSS 9 che opera all'interno dell'Ospedale “G. Fracastoro” e nelle sue altre 2 sedi ambulatoriali territoriali.
  1. (Ospedale C. di San Bonifacio: II piano, attesa 8 – percorso viola).
  2. (Presidio Poliambulatoriale di Cologna Veneta: Ambulatorio Diabetologico).
  3. (Presidio Poliambulatoriale di San Giovanni Lupatoto: Ambulatorio Diabetologico).
IL Centro Diabetologico si propone di essere un valido punto di riferimento per il diabete mellito dell'adulto di tipo I e II. Ad esso afferiscono, su richiesta del Medico di famiglia o dei Reparti di Degenza, pazienti con malattia di difficile controllo o complicata. L'attività del diabetologo è coadiuvata dall'intervento dell’Infermiera e della Dietista per l’educazione sanitaria e l'elaborazione di diete personalizzate.
Nelle forme complicate, si avvale di consulenze nefrologiche, oculistiche e chirurgiche. Un particolare ambito di attenzione specialistica è rappresentato dal diabete in gravidanza.
Vengono svolti settimanalmente incontri di gruppo di educazione alimentare e comportamentale con i pazienti, condotti dal medico diabetologo, dalle infermiere e dalla dietista del Centro con la collaborazione della Psicologia Ospedaliera e l'UOC di Fisiokinesiterapia. 

Il Centro ha approntato per il paziente diabetico un percorso diagnostico preferenziale per la diagnosi precoce delle più comuni complicanze della malattia diabetica con periodica valutazione di: ECG, visita oculistica per Foo, EMG, Ecocolordoppler e ABI per diagnostica vascolare, test di sensibilità vibratoria con Biotesiometro con ispezione/valutazione del piede.

Prenotazioni tramite CUP
  • Sede Centrale di San Bonifacio (Ospedale C. di San Bonifacio II piano, attesa Hall – percorso viola, tel. 0456138506 ).
  • Ambulatorio Piede Diabetico (Ospedale C. di San Bonifacio II piano, attesa 18 – percorso verde)
  • Ambulatorio Diabetologico di Cologna V.ta (Sede Distrettuale Poliambulatoriale di Cologna V.ta, Via Rinascimento, tel.: 0442 425 012).
  • Ambulatorio Diabetologico di San Giovanni Lupatoto (Sede Distrettuale Poliambulatoriale di S. Giovanni Lupatoto, Via Belluno 14)
Attività medica in libera professione
Sono attivi degli Ambulatori Specialistici in regime libero-professionale per le seguenti discipline:
Visita Specialistica di Medicina Interna, Visita Specialistica di diagnostica Ecocolordoppler, Visita Specialistica di Reumatologia, Visita Specialistica per Ipertensione.
Le prenotazioni si effettuano tramite CUP (tel. 045 4646464) che fornisce informazioni su medici autorizzati, orari di visita, tipologia e ubicazione degli ambulatori.

Modalita' di ricovero
E' rivolta a tutti gli ambiti specialistici della Medicina Interna, grazie al supporto fondamentale dei Servizi di Radiologia, Laboratorio di Analisi ed Anatomia Patologica. L'attività clinica di corsia e delle diverse attività ambulatoriali fa riferimento alle Linee guida elaborate da accreditate Società Scientifiche Nazionali e Internazionali. È permeata da un vivace confronto culturale tra i Colleghi dell'équipe e, sotto forma di consulenza, anche di altre UO dell'Ospedale e dell'Azienda Universitaria di Verona con specifico indirizzo specialistico: in tal modo vengono garantite ai ricoverati risposte tempestive ed adeguate, anche in ambiti clinici non di pertinenza internistica.
Alcune patologie sono oggetto di particolare attenzione: tra queste la malattia tromboembolica venosa, l'ipertensione arteriosa e le sue complicanze, le malattie cardiovascolari, il diabete mellito, le affezioni reumatologiche a patogenesi immunitaria, le patologie endocrinologiche, le malattie ematologiche, le neoplasie, le malattie conseguenti a errati stili di vita.
  • Ricovero urgente: avviene esclusivamente su proposta del medico di Pronto Soccorso.
  • Ricovero ordinario: avviene su proposta del MMG, dello specialista ospedaliero o ambulatoriale, tramite accordo diretto con il Reparto. Generalmente non vi sono tempi di attesa eccessivi per il ricovero di un paziente con problematiche internistiche.
  • Ricovero in regime dozzinanti: solo su richiesta e se il tasso di occupazione del Reparto lo consente.
  • Completamento diagnosi in post-ricovero: alcuni esami particolari, possono essere effettuati ambulatorialmente, a dimissione avvenuta (entro 30 gg), allorché necessari per completare il percorso diagnostico dell’avvenuto ricovero.
          Orari di visita per i parenti
  • Tutti i giorni dalle 16.00 alle 21.00.
  • Durante l'orario di visita, in caso di necessità, potrà essere richiesto ai familiari di accomodarsi momentaneamente nella sala di attesa. Non è permesso l'ingresso di più di due persone alla volta per singolo ricoverato.
  • L’attività clinica è molto attiva fino alle ore 16: si raccomanda di non insistere con il personale per entrare in orari diversi dai suddetti distogliendoli così dall'attività in svolgimento e inducendo una perdita di tempo prezioso per l'assistenza anche del proprio parente ricoverato.

    Orari di assistenza al degente
  • In situazioni cliniche particolari stabilite dal medico di stanza può essere opportuna l'assistenza di un familiare o di altra persona a ciò designata a cui il Coordinatore Infermieristico consegnerà un tesserino di autorizzazione all’ingresso negli orari di assistenza concordati con il personale infermieristico.
L'area di degenza è climatizzata con temperatura costante per tutto l'anno. In linea di massima è sufficiente un abbigliamento semplice ( pigiama o camicia da notte e un paio di pantofole). Poiché alcuni accertamenti vengono eseguiti al di fuori dell'area di degenza (e talvolta in altri Ospedali) può essere utile una vestaglia di pesantezza variabile in rapporto alla stagione. Sono inoltre opportuni effetti per l'igiene e la cura della persona (spazzolino da denti, dentifricio, pettine, rasoio, crema da barba, etc.).
Si raccomanda di non portare oggetti di valore o somme rilevanti di denaro.
L'uso del cellulare non è consentito nelle fasce orarie di assistenza infermieristica e durante la visita del medico: se ne raccomanda in ogni caso un uso oculato, in modo da non recare disturbo ad altri ricoverati. Disposizioni analoghe valgono per radio e televisori.

Documenti necessari per il ricovero
Tesserino sanitario con codice fiscale, carta di identità, eventuali esami effettuati in precedenza e lettere di dimissione di precedenti ricoveri.

Informazioni cliniche e consenso informato
Il paziente ha il diritto di essere adeguatamente informato dal medico circa la sua malattia e di decidere se, e quali, familiari (o conoscenti) debbano essere messi al corrente del suo stato di salute: a tale scopo, all'ingresso in reparto viene chiesto al paziente di esprime su modulo informato il proprio consenso alle cure e il nominativo delle persone idonee a ricevere informazioni.
Altri consensi informati sono richiesti per l'esecuzione di esami particolarmente invasivi come esami endoscopici, esami radiologici con mezzo di contrasto, prelievi bioptici o per l'effettuazione di terapie particolari (ad es. trasfusione di sangue e di emoderivati). È dovere del medico spiegare all'assistito (e/o ai suoi familiari) le indicazioni all'esame ed i possibili rischi ad esso connessi. Analoghe misure vengono attuate allorché vi sia indicazione alla trasfusione di sangue e derivati.
In qualsiasi momento il paziente, purchè maggiorenne ed in grado di intendere e di volere, può rifiutarsi di sottoporsi ad una misura diagnostica o terapeutica e por fine alla degenza ospedaliera. Viene in tali casi richiesta al paziente specifica dichiarazione scritta.

Lettera di dimissione
E' il documento con cui il medico di famiglia viene informato degli accertamenti effettuati durante il ricovero, delle conclusioni diagnostiche e delle terapie consigliate a domicilio. Viene consegnata al paziente al momento della dimissione e viene da questi (o da suoi familiari) recapitata al medico di famiglia. Un aggiornamento della lettera di dimissione può essere fornito in un secondo tempo in attesa di referti di esami non ancora disponibili. La lettera deve essere conservata come un documento prezioso, utile anche in vista di eventuali successivi altri ricoveri e deve essere sempre portata con sé in occasione di eventuali ulteriori visite ambulatoriali.

Orari di colloquio con i Medici
Da lunedì a venerdì dalle h. 12.30 alle h 13.30 presso la Segreteria dell'UOC di Medicina al II° piano, percorso arancio.
Il Primario riceve su appuntamento da lunedì a venerdì, previ accordi con la Segreteria dell'U.O.
Il Medico di Guardia del Reparto è sempre disponibile per informazioni relative ad un paziente appena ricoverato compatibilmente con l’intensità dell’attività clinica del momento.
Ultimo aggiornamento: 13/07/2017
Condividi questa pagina: