INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA

Esenzione dal pagamento del ticket per prestazioni sanitarie volte alla prevenzione

CASI PREVISTI
Sono esenti dal ticket le seguenti prestazioni, quando eseguite nell'ambito dei progetti di screening:         
  • La mammografia, da eseguire ogni 2 anni, per le donne tra i 45 e i 69 anni. Sono inoltre esenti dal pagamento del ticket per tutte le prestazioni diagnostiche successive alla mammografia, qualora si rendessero necessari ulteriori accertamenti;         
  • Il pap test, da eseguire ogni 3 anni, per le donne tra i 25 e i 65 anni;         
  • La colonscopia, da eseguire ogni 5 anni, per tutte le persone con età superiore ai 45 anni;         
  • Le prestazioni finalizzate alla prevenzione della diffusione dell'HIV;         
  • Le prestazioni finalizzate alla donazione di sangue, organi e tessuti. L'esclusione dal ticket. riguarda non solo le prestazioni relative alla donazione dell'organo, ma anche le prestazioni per il controllo della funzionalità dell'organo residuo;         
  • Le prestazioni di diagnostica strumentale e di laboratorio e altre prestazioni specialistiche richieste nell'ambito di interventi e campagne di prevenzione collettiva, specificatamente organizzate dalla Regione Veneto;       
  • Le vaccinazioni non obbligatorie (art. 41, comma 34 della Legge 23.12.1996, n. 662), nonché quelle previste dai programmi approvati con atto formale della Regione, nell'ambito della prevenzione delle malattie infettive dell'infanzia.

COME FARE
Nelle situazioni suindicate, è il medico stesso che prescrive le prestazioni sanitarie che deve indicare l'eventuale esenzione prevista. 
Ultimo aggiornamento: 11/05/2017