I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info

U.O.C. Sociale


Responsabile: dr. Maurizio Facincani

Contatti

  • Sede di Verona:
  • Telefono: 045 9287081- 045 9287079
  • fax: 045 9287022
  • Email: mmazzi@aulss9.veneto.it
  • Sede di Bussolengo (VR) - telefono: 045 6712311
  • Sede di Legnago (VR) - telefono: 0442 622552 – 331 6792809

Sede

  • Corso Porta Palio, 30 - 37122 Verona
Le sono attribuite le seguenti funzioni:
  • supportare il coordinamento dei servizi sociali sul territorio, in particolare attraverso:
  • funzioni di programmazione:
  • raccogliere e analizzare le esigenze emergenti a livello territoriale per supportare le Unità Operative nelle scelte di pianificazione dei servizi;
  • garantire la diffusione di modelli operativi uniformi con adeguata distribuzione delle risorse a livello territoriale;
  • funzioni di organizzazione (al fine di uniformare i percorsi e l’erogazione dei servizi):
  • proposta di standard socio-assistenziali in un’ottica di miglioramento continuo della qualità;
  • valutazione dell’ appropriatezza e della qualità dei percorsi socio- assistenziali e socio-educativi;
  • individuazione di percorsi e progetti rispetto ad esigenze emergenti con la co-partecipazione del privato sociale, del Terzo Settore e delle Unità Operative coinvolte;
  • supportare le Unità Operative nella attività che richiedono un coordinamento con gli Enti Locali;
  • funzioni formative:
  • raccolta dei bisogni formativi in collaborazione con le Unità Operative e individuazione dei percorsi formativi da attivare;
  • pianificazione e supporto nella realizzazione di percorsi formativi trasversali in collaborazione con l'Ufficio Formazione aziendale;
  • coordinamento con l’Università o altri Enti per progetti di ricerca e di analisi dei percorsi socio-educativi.
  • assicurare, mediante uno staff dedicato, le attività per l’elaborazione, la realizzazione e il monitoraggio del Piano di Zona attraverso l’armonizzazione dei Piani di Zona Distrettuali:
  • promozione e coordinamento di tavoli di lavoro trasversali con gli operatori delle diverse Unità Operative Distrettuali, per lo sviluppo di percorsi di welfare generativo e collaborativo;
  • attivazione di un osservatorio di ricerca sociale per l’analisi dei bisogni emergenti, e per la rilevazione/mappatura delle agenzie del privato sociale, del volontariato e delle risorse del territorio, costruendo una banca dati accessibile per le diverse U.O.
  • predisposizione di linee guida/protocolli per garantire una migliore collaborazione e coordinamento dei vari servizi;
  • attivazione di percorsi di “promozione del benessere e delle opportunità”, come intervento trasversale ai servizi, da proporre sia nelle scuole che sul territorio, considerando la persona nella sua globalità e non per singole problematiche;
  • creazione di reti sociali (intorno alle persone fragili), che poi vanno sviluppate e mantenute;
  • riprogettazione delle funzioni degli operatori dei servizi socio sanitari verso una funzione globale di mediazione e di regia delle risorse dei territori, da accompagnare con una “sburocratizzazione” dell’accesso dei cittadini ai Servizi.
  • supportare il coinvolgimento delle Amministrazioni locali nello sviluppo dei servizi sociali e socio sanitari, delle Cure primarie ed in particolare nella implementazione delle Medicine di Gruppo Integrate, anche attraverso la messa a disposizione di strutture, l’attivazione congiunta di programmi, la messa in sinergia di professionalità.
  • supportare il coinvolgimento delle associazioni di volontariato e le altre organizzazioni, presenti nei singoli Distretti, prevedendo una funzione di interfaccia specifica, quale punto di riferimento per il Volontariato e l'intero Terzo Settore, con lo scopo di: favorire la reciproca conoscenza, sostenere percorsi formativi integrati, diffondere le buone pratiche, implementare l’audit civico finalizzato al miglioramento dell’assistenza.
  • comunicare, attraverso l’uso dei mezzi di comunicazioni più efficaci, le attività e i progetti dei servizi afferenti all'Unità Operativa.
Ufficio Piano di Zona sede Distretti n. 1 Verona Città e n. 2 Est Veronese
Tel: 045.9287076 - email: pdz@aulss9.veneto.it
fax: 045.9287022

Orario contatti con il pubblico
da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 13.30
Ufficio Piano di Zona sede Distretto n. 3 Pianura Veronese
Tel. 0442 622552 -email giuliana.mantovani@aulss9.veneto.it

Orario contatti con il pubblico
da lunedì a giovedì dalle ore 8,30 alle 16,30, venerdì dalle ore 8,30 alle 14,30
Ufficio Piano di Zona sede Distretto n. 4 Ovest Veronese
Tel 0456712311
Email: pgiavoni@aulss9.veneto.it

Orario contatti con il pubblico
da lunedì a giovedì dalle ore 8.00 alle 16.00,venerdì dalle ore 8.00 alle 14.00
 
Sede di Verona: da lunedì a giovedi dalle ore 8.00 alle ore 16.00
venerdì dalle ore 8.00 alle ore 14.00
Sede di Bussolengo da lunedì a giovedì dalle ore 8.00 alle 16.00,
venerdì dalle ore 8.00 alle 14.00
Sede di Legnago: da lunedì a giovedì dalle ore 8,30 alle 16,30
venerdì dalle ore 8,30 alle 14,30
 
I documenti dell’Ufficio di Piano sede di Verona sono reperibili sul sito dell’ex Azienda Ulss 20 Area Sociale - Piano di Zona.
Ultimo aggiornamento: 12/07/2018
Condividi questa pagina: